26 aprile 2018

Comunicato Stampa - Nuovo regolamento comunale per l'esercizio dell'attività di estetista

Il segretario di Cna Genova Barbara Banchero: “Ci auguriamo che dia nuove opportunità di lavoro e che contrasti l'abusivismo”

Genova, 25 aprile 2018. “Ci auguriamo che l’adozione del nuovo regolamento comunale costituisca uno strumento in grado di agevolare l’attività delle imprese esistenti con nuove opportunità di lavoro e collaborazione tra professionisti del settore, avendo un ulteriore strumento di supporto per le imprese che lavorano in regola, alla luce del sole, e allo stesso tempo permetta di affrontare il tema dell’abusivismo e dei controlli verso chi non è regolare”. Così Barbara Banchero, segretario di Cna Genova, ha commentato il nuovo regolamento comunale per l'esercizio dell'attività di estetista, approvato ieri dalla Giunta del Comune di Genova. Il provvedimento, atteso da tempo, è nato da diversi confronti con gli assessorati del Comune e in ultimo con l'assessore al Commercio Paola Bordilli. 

Il precedente regolamento risaliva al 2001 e non teneva conto dei cambiamenti e dell’evoluzione che hanno interessato il settore negli ultimi anni. “È fondamentale per noi che le norme che regolano il settore siano aggiornate – ha spiegato Barbara Banchero -. Soprattutto sul tema dell'abusivismo occorre segnalare che vi è ancora poca consapevolezza da parte dei consumatori che si affidano agli abusivi, del rischio che corrono in termini di danno per la propria salute e per l’ambiente circostante, poiché si affidano ad operatori non qualificati che non rispettano requisiti igienico sanitari e non sono in grado di offrire garanzie sotto il profilo dei prodotti e delle attrezzature utilizzate”.

La professione di estetista è disciplinata dalla Legge 1/90 e tale abilitazione può essere conseguita dopo l’espletamento dell’obbligo scolastico mediante il superamento di un esame preceduto da un corso biennale di qualificazione professionale a cui segue un terzo anno di specializzazione o in alternativa un anno di lavoro. La legge consente un ulteriore percorso di ottenimento del titolo, tramite un corso di 300 ore se si ha alle spalle un periodo di almeno 3 anni di lavoro a tempo pieno (o periodo di apprendistato).

Tale abilitazione professionale consente di aprire un’attività nel settore o di lavorare come responsabile tecnico presso un centro. 

Il Regolamento comunale si applica, oltre ai centri estetici, anche a tutte le attività dove si svolge la professione di estetista quali ad esempio alberghi e spa. Info: Sara.piazze@cna.ge.it - 010545371